Che cos'è il cacao, come si ottiene, come viene prodotto il cioccolato?

"Tutto ciò di cui ho bisogno è amore, sì, ma preferisco un pezzetto di cioccolato, amici miei, perché non fa male."

Cosa dovremmo fare se non siamo d'accordo con queste parole che Charles Bukowski disse anni fa? Amavamo anche il cioccolato, perché non ci ha mai e poi mai sconvolto.

Pensiamoci. Lo mangiavamo contaminandoci bocca e viso quando eravamo piccoli. Era chiaro a cosa serviva la nostra paghetta. Abbiamo anche avuto quelli che molestavano i nostri genitori al supermercato e al supermercato dicendo "Voglio una chiciletaa". Quell'espressione di felicità che ha creato sul nostro viso non è diminuita con l'avanzare dell'età. Non importa quanti anni abbiamo, abbiamo riempito le nostre tasche di cioccolato con la stessa eccitazione.

Abbiamo avuto mal di testa, ci siamo annoiati, l'elettricità è andata via, il nostro amante se n'è andato. Le nostre mani sono sempre andate al cioccolato. Bene, caro lettore, hai mai pensato a come si ottiene questa cosa deliziosa che ti rende così felice?

Dietro quel pacchetto c'è una grande storia di trasformazione e impegno. Stendiamo la confezione.

Presenta la generazione della mitologia: la storia del cacao e del cioccolato

È impossibile non spiegare questa parte. L'avventura delle fave di cacao nel corso della storia è piuttosto lunga. Quindi siediti sui tuoi posti. Preparati ad ascoltare una storia di 4000 anni.

Il nome del cacao in latino è "Theobromo Cacao". Quindi "Food of the Gods". È stato utilizzato per anni nel trattamento di molte malattie e ha preso questo nome. Le fonti indicano l'origine del cacao come la Valle dell'Ula, in Honduras. Gli storici ritengono che questo minuscolo villaggio possa essere la vera culla del cioccolato.

I Maya sono noti per essere stati i primi a utilizzare il cacao in agricoltura. Hanno anche costruito le fondamenta della loro religione sull'albero del cacao. Nei Maya, l'albero del cacao rappresenta l'albero sacro piantato nel Medioevo per contrassegnare le quattro direzioni del vento prima dell'arrivo dei periodi di sole.

Infatti, nei Maya e negli Aztechi, dove prevaleva la schiavitù, il cacao è usato come moneta. In quei tempi; 1 fava di cacao = 1 pomodoro, 4 fave di cacao = 1 zucca, 10 fave di cacao = 1 coniglio, 100 fave di cacao = 1 schiavo. Oggi da 100 fave di cacao si ottengono mediamente 110 grammi, cioè una tavoletta di cioccolato.

Con il declino dei Maya, il cacao inizia a perdere il suo valore. Successivamente riacquista il suo valore precedente nella civiltà azteca. Durante le scoperte di Cristoforo Colombo alla fine del XIV secolo, fu dotato di cacao dagli Aztechi.

Dopodiché, inizia il viaggio del cacao e del cioccolato in Europa. Il cacao si trasferisce in Spagna. I nuclei vengono elaborati utilizzando tecniche azteche. Sebbene inizialmente venga elaborato per il suo valore economico, viene successivamente utilizzato come medicinale. Anche in questo caso, la prima bevanda al cacao è prodotta in Spagna e il suo segreto è custodito da tutto il mondo. Il fatto che il cacao, che in seguito ha aggiunto zucchero di canna, miele e cannella, abbia iniziato a diventare cioccolato, non è un segreto e si sta diffondendo in tutto il mondo.

Il gusto e gli aromi che hanno sviluppato costituiscono oggi la base della nostra ricetta di cioccolato. E cominciano ad emergere i bellissimi cioccolatini che conquisteranno il mondo.

Questa invenzione è aumentata di dimensioni con lo sviluppo dell'industria e l'aumento della produzione di cacao e si è trasformata nel cioccolato in compresse (solido) che vediamo. Il cioccolato usciva da minuscoli negozi e cominciò a essere prodotto in grandi fabbriche. La lavorazione del cacao è purtroppo diventata sempre più economica e brutale. A causa del cacao e del cioccolato, ha gradualmente perso il suo valore nel mondo medico. È diventato il cibo indispensabile del piacere e del piacere.

Dopo il suo processo storico, vediamo ora come è stato ottenuto ...

Non è diverso dall'allevare un bambino: come si produce il cacao?

Il cacao è l'enorme frutto dell'albero del cacao. Ci vuole molto impegno per far crescere questi alberi e assicurarsi che diano frutti. I lavoratori del cacao guardano questi alberi come se crescessero un bambino.

Sono necessarie temperature costanti e lo stesso tipo di terreno per far crescere gli alberi e ottenere frutti di qualità. I frutti ottenuti sono di diversi colori e dimensioni. Ci sono circa 50-60 semi in un frutto di cacao maturo. Da queste fave si ricava il cacao, che conosciamo dalla sua fragranza.

Una di quelle piante rare che non sono state fabbricate dalla coltivazione alla raccolta del cacao. Perché i frutti crescono aderendo ai tronchi degli alberi. Deve essere tenuto sotto controllo costante. La coltivazione del cacao è abbastanza comune, soprattutto nelle piccole fattorie in Africa. Le famiglie che vivono qui producono cacao con tutti i loro membri e ci guadagnano da vivere.

Sfortunatamente, la produzione in queste regioni è monopolio dei grandi marchi. I lavoratori del cacao sono novità del cioccolato a base di cacao, che assomigliano ai loro occhi. Abbiamo già condiviso con voi le vite di questi lavoratori, ma ve lo ricordiamo ancora una volta. Non hai bisogno di molto per conoscere l'inglese. Puoi vedere la loro sorpresa e felicità dall'espressione nei loro occhi. Anche il cioccolato e il cacao che mangiamo ogni giorno hanno un tale lato ...

Dopo aver condiviso questa storia con te, spieghiamo il processo di raccolta. Dopo aver raccolto il cacao, le parti dure e i semi vengono separati. I semi bianchi che escono dall'interno vengono adagiati uno ad uno sulle foglie di banana. Si lascia asciugare alle calde braccia del sole. Dopo un po 'le fave di cacao appaiono secche e dorate. La parte di essiccazione al sole determina il gusto, l'odore, il gusto e tutto il cioccolato che sarà prodotto dal cacao.

Dopo l'essiccazione al sole, vengono riempiti in sacchi e inviati alle fabbriche e ai produttori di cioccolato per la lavorazione.

Passo dopo passo: come fare il cioccolato?

È il momento di come viene prodotto il cioccolato.

Le fave di cacao, raccolte ed essiccate con mille manodopera, entrano in fabbrica. Il ramo passa prima attraverso grandi setacci per rimuovere materiali simili alla pietra. Quindi passa sotto una macchina gigante ed è esposto a calore elevato. Questa fase è molto importante per garantire che lasci più facilmente i gusci. Le fave di cacao, i cui gusci hanno iniziato a staccarsi leggermente, passano sotto una macchina chiamata separatrice.

Qui i semi passano attraverso il setaccio, i gusci e le altre parti vengono completamente separati. Il cacao in questo stato si chiama "cacao grosso". Questo cacao verrà tostato successivamente per migliorarne la qualità. È importante che le parti della polpa del chicco siano ben tostate. Se viene tostato troppo, avrà un sapore amaro e la sua qualità diminuirà.

Ma i fagioli non possono trasformarsi in cioccolato in questo stato. Da solido a liquido, è necessario solidificare leggermente e infine riportarlo allo stato solido. Il cacao va di nuovo sotto un macinino, dove diventa quello che viene chiamato "liquore di cacao". Il burro di cacao esce nel cacao liquido.

Poiché il punto di fusione del burro di cacao è leggermente inferiore alla temperatura corporea, conferisce al cioccolato la sua consistenza che si scioglie in bocca. Ma solo la presenza di cacao e burro di cacao non fa sbiadire il cioccolato che mangiamo con quello. Passa di nuovo attraverso il booster. L'impasto grumoso e appiccicoso diventa secco, farinoso e liscio in questa fase.

La polvere ottenuta è il cacao in polvere che utilizziamo nelle nostre torte e biscotti. Questa polvere passa di nuovo attraverso un dispositivo ad alta temperatura, mescolando per ore, a volte per giorni a seconda della sua qualità. In un certo senso, viene lasciato in infusione nel suo stesso succo. Alla fine di questo processo, diventa di nuovo liquido. Si sbarazza della sua amarezza.

Il cacao liquido viene versato negli stampi e raffreddato o sottoposto ad un processo di dolcificazione.

Stai lontano dal cioccolato: fasi aromatizzanti

Questa fase è la fase per raggiungere il gusto che i nostri palati conoscono. Il cioccolato liquido incontra lo zucchero e il latte in polvere qui. È diversificato a seconda del rapporto tra cacao e latte. Vengono prodotti tre cioccolatini di base. Questi; cioccolato fondente, al latte e bianco.

Qui vengono aggiunti anche spezie e sapori diversi. Viene poi travasato in stampi per il congelamento. Viene congelato e distribuito in grandi stampi a pasticcerie e altri produttori di cioccolato, come confezione per mercati e negozi di alimentari.

E il lieto fine: lo stato di cioccolato del cacao

Quindi, termina il processo di cioccolato che mangiamo ogni giorno. Dopodiché, diventa ospite delle nostre case e vive in tutta la sua statura. Torte al cioccolato, torte al cacao, budini al cioccolato, fondute ... Qualunque cosa tu voglia è dell'umore giusto.

È così che abbiamo spiegato il cacao e il cioccolato con la triste storia che c'è dietro, il suo sviluppo storico e i processi che hanno attraversato. Caro lettore, hai ascoltato una storia in cui natura, artigianato e profumi sono i protagonisti. Ora conosci lo sfondo del cioccolato che hai in mano.

messaggi recenti