"Il vomito rompe il digiuno?" Per coloro che dicono: il digiuno si interrompe quando si vomita?

Conosciuto anche come il sultano degli undici mesi, il mese di Ramadan è definito come un mese più propizio e fertile per i musulmani di mille mesi.

Le domande più comuni nel mese di Ramadan, quando si adora il digiuno, sono le circostanze in cui il digiuno viene interrotto e se è necessario un incidente o una penitenza in queste situazioni. Uno dei problemi che le persone che digiunano durante il Ramadan si chiedono è se il digiuno verrà interrotto se la persona vomita un boccone di sua spontanea volontà oa causa di una malattia.

Se pensi: "Il digiuno si interrompe quando si vomita?" Se la domanda è bloccata, ti abbattiamo immediatamente, diciamo se il vomito interrompe il digiuno.

"Il digiuno si interrompe quando si vomita?" Quelli che pensano qui: il vomito invalida il digiuno?

Secondo un hadith narrato da Abu Hurayra, Hz. Muhammad, le persone che digiunano a malincuore Ha affermato che in caso di vomito, l'incidente del digiuno che ha tenuto non era necessario. Nello stesso hadith è anche affermato che coloro che vomitano di propria iniziativa dovrebbero recuperare il digiuno.

Come si può capire da queste affermazioni, Ci sono due modi per vomitare. Uno di loro è spontaneo, l'altro è forzarsi. Il vomito spontaneo dovuto a malattia e motivi simili non interrompe il digiuno, anche se una parte risale allo stomaco. Il vomito a bocca pieno causato dalla forzatura invalida il digiuno. Perché in questo caso, un po 'di vomito tornerà sicuramente allo stomaco.

Quando si vomita, la Presidenza del Consiglio supremo degli affari religiosi fa una dichiarazione sul sito web ufficiale in risposta alla domanda se il digiuno è invalidato o se il vomito invalida il digiuno:

"Qualunque sia la quantità, il vomito che viene spontaneamente non invalida il digiuno. Allo stesso modo, le cose che improvvisamente salgono alla bocca e ritornano allo stomaco non danneggiano il digiuno. Se una persona vomita un boccone di sua volontà, il digiuno è invalidato.

Hz. Il Profeta ha detto: 'Se una persona che digiuna vomita senza essere in grado di controllarsi, non è necessario che faccia un incidente. E chi vomita di sua spontanea volontà, faccia il suo digiuno. (Abu Davud, Sawm, 32 anni; Tirmidhi, Sawm, 25).

Tuttavia, il digiuno di una persona che continua a mangiare e bere con il pensiero che il suo digiuno è stato interrotto perché ha vomitato è rotto. Una persona del genere non ha bisogno di penitenza, ma dovrebbe essere pagata giornalmente (Ibn al-Hümam, Fath, II, 332; al-Fatawa'l-Hindiyye, I, 226).

Rompere il digiuno vomitando richiede penitenza?

Il digiuno interrotto dal vomito della propria volontà deve essere un incidente, cioè un giorno dovrebbe essere digiunato invece di quel giorno. L'espiazione, d'altra parte, non è richiesta.

RiassumereSecondo molte fonti, il digiuno durante il Ramadan si interrompe se una persona vomita un boccone di propria iniziativa e un giorno dovrebbe invece essere digiunato. Malattia ecc. Vomitare un boccone spontaneamente per motivi non interrompe il digiuno. Poiché la malattia è considerata una scusa, questo vomito è involontario.

messaggi recenti