Cura dell'orchidea: irrigazione, rinvaso, propagazione, potatura

Forse non abbiamo giardini o balconi enormi, ma abbiamo graziosi vasi di fiori e fiori colorati!

Certo, anche le nostre bellissime piante, che a volte coltiviamo davanti alla finestra, a volte sulla finestra della cucina o sul davanzale del balcone, imparano a fare terrari e le guardiamo in lanterne di vetro, hanno bisogno di cure.

Quando si tratta di un'orchidea, è utile essere più attenti e trattarla con una sensibilità speciale. Perché guardarlo non è come la cura della viola, ti stiamo dicendo tutto ciò che devi sapere sulla cura di quelle orchidee che perdono i loro fiori e si trasformano in un bastoncino vuoto anche in un solo giorno quando gli stacchi gli occhi, diciamo , aggiungiamo vita alla vita delle nostre orchidee.

Se vuoi imparare questi suggerimenti e problemi a cui devi prestare attenzione, iniziamo a spiegare come prendersi cura delle orchidee e quali sono i trucchi.

Che cos'è e cosa non lo è: cos'è un'orchidea?

L'orchidea, che è un membro della famiglia Salepgiller, è in realtà una pianta che si dice abbia più di 22mila specie nel mondo. Ma ovviamente siamo abituati a vederla come una pianta ornamentale ea conoscerla per via del sahlep che siamo abituati a usare frequentemente nelle nostre cucine. Oggi parleremo della valutazione dell'orchidea, che viene definita pianta erbacea perenne, come pianta ornamentale.

Se stai coltivando almeno un'orchidea nella tua casa, dovresti imparare quello che devi sapere sulla sua cura il prima possibile e iniziamo a spiegare come prendersi cura di questa pianta molto sensibile, preziosa e preziosa.

Non lasciare che i fiori dell'orchidea cadano affatto: come prendersi cura di un'orchidea?

Se hai deciso di coltivare orchidee a casa, dovresti iniziare scegliendo prima l'orchidea giusta. La scelta dell'orchidea Se preferisci quelli in piena fioritura, puoi vivere la bellezza del periodo di fioritura per un breve periodo. Per questo motivo, puoi scegliere orchidee in cui sono ancora presenti gemme abbondanti nella parte fiorita. Dovresti assicurarti che il vaso dell'orchidea che comprerai sia assolutamente trasparente.

Diciamo che hai scelto l'orchidea giusta o hai orchidee a casa tua. Quindi la prima cosa che devi sapere sulla cura delle orchidee è il suo rapporto con la luce solare. Le orchidee non amano la luce solare diretta. Per questo motivo, dovresti tenerlo in una zona luminosa ma senza luce solare diretta. Puoi coltivarlo dietro le tende di tulle davanti alla finestra e impedire che venga danneggiato dalla luce e dalla luce del sole in questo modo.

In secondo luogo Bisogna fare attenzione a mantenere il vaso dell'orchidea trasparente e piccolo., non dovresti mettere l'orchidea che hai comprato in questo modo in un secondo vaso di fiori, e quando non lo compri in questo modo, dovresti assolutamente cambiare il vaso e farlo muovere in un piccolo vaso da fiori trasparente. Perché è importante che le radici dell'orchidea ricevano la luce solare indirettamente, anche se non direttamente, in termini di una crescita più sana e l'orchidea cresce molto meglio in piccoli vasi.

Come il terzo assicurati che la pentola abbia i fori di drenaggio. Perché anche alle orchidee non piace troppa acqua, e se sei troppo acqua, devi farle eliminare i fori di drenaggio sul fondo della pentola. Altrimenti, le radici dell'orchidea saranno danneggiate dall'acqua in eccesso e inizieranno a marcire e la tua pianta morirà dopo un po '. Pertanto, è molto importante scegliere vasi con drenaggio.

Oltre a questi, dovresti stare attento nella scelta del terreno dell'orchidea. Perché alle orchidee non piacciono tutti i terreni. Vedrai anche che puoi coltivare orchidee più produttive se le ottieni dal terreno delle orchidee e dai fertilizzanti preparati per la coltivazione delle orchidee.

Infine, il fiore dell'orchidea ama adottare la sua posizione. Perciò Dovresti fare attenzione a non cambiare frequentemente la posizione della tua orchidea, Come abbiamo detto sopra, dovresti tenerlo in luoghi luminosi che non sono esposti alla luce solare diretta ma dove può ricevere la luce del giorno. Sarà anche utile fare attenzione che la temperatura della stanza sia compresa tra i 15 ei 25 gradi, non va da sé.

Per coloro che hanno domande sull'irrigazione delle orchidee: come innaffiare un'orchidea?

Alle orchidee non piace né troppa acqua né rimanere asciutti. Pertanto, dovresti stare molto attento nell'annaffiare questa pianta delicata. In generale, si sceglie un periodo di tempo compreso tra 1 su 4 e 7 giorni, durante il quale il terreno rimarrà sempre umido e durante questo periodo verranno effettuate le irrigazioni. Tuttavia, è necessario modificare questo periodo nel tempo, soprattutto in estate e in inverno, poiché ci sono grandi cambiamenti nella temperatura dell'aria. Ad esempio, se innaffi una volta ogni 7 giorni in inverno, puoi impostare questo periodo su 1 su 4 giorni quando arriva il caldo estivo. In generale, l'irrigazione al mattino aumenterà l'efficienza che otterrai.

Le tue osservazioni sono molto importanti per determinare il tempo di irrigazione. Se pensi che il terreno sia asciutto e asciutto, puoi accorciare ancora di più il tempo. Se vivi in ​​una zona molto arida o se le tue orchidee iniziano a piegare il collo a causa della sete, c'è un altro metodo straordinario che dovresti conoscere per rigenerarle: il ghiaccio!

Sì, stiamo parlando del ghiaccio, sai. Se il terreno dell'orchidea si asciuga frequentemente al caldo, prendi alcuni pezzi di ghiaccio e mettili nella pentola dell'orchidea, sul terreno. Il terreno rimarrà umido più a lungo poiché il ghiaccio si scioglierà lentamente e agirà. Questo metodo è noto a quasi tutti ed è uno dei metodi preferiti di frequente che guardano le orchidee a casa. Tant'è che le soluzioni per la cura delle orchidee, che i ministri delle orchidee di casa conosceranno molto bene, possono anche essere mescolate con acqua e trasformate in cubetti di ghiaccio, in modo che la miscela che rivitalizzerà la pianta si sciolga gradualmente e avvantaggi la pianta. Naturalmente, per applicare questo metodo con una soluzione, è necessario fare attenzione che l'acqua di cura che si riceve possa essere miscelata con l'acqua di irrigazione.

Guarda, questa faccenda è seria: potatura delle orchidee

L'orchidea, come dicevamo all'inizio, è in realtà una pianta perenne. Quindi se hai un'orchidea in casa e ha perso i suoi fiori e rimane solo il gambo, non significa che sia morta. Già un'orchidea può fiorire circa 2-3 volte l'anno. Ciò significa che puoi potare la tua orchidea e far crescere di nuovo le orchidee per i prossimi periodi.

Aspetta un po 'dopo che la tua orchidea ha perso i suoi fiori, dopo che lo stelo inizia a scurirsi, prendi il vaso che hai coltivato e prima sbarazzati di quel bastoncino, che di solito è posto nel vaso come supporto. Quindi, esplora i punti nodali sul gambo dell'orchidea. Inizia a contare i nodi dal fondo del vaso, cioè dalla radice dell'orchidea. Individua il terzo di queste nocche, dal basso verso l'alto, che sembra una linea sottile di colore diverso. Taglia la parte superiore del gambo con delle cesoie da potatura pochi centimetri sopra questo 3 ° stinco.

Grazie alla corretta irrigazione e alla luce del giorno, vedrai che questo minuscolo gambo di orchidea ricomincia a crescere, per poi rifiorire.

Un punto importante per la cura delle orchidee: sostituzione del vaso per orchidee

Il rinvaso spesso non è consigliato in condizioni normali, in quanto è una pianta che ha bisogno di abituarsi al suo posto e fiorisce in modo efficiente solo dopo aver amato il suo posto. Tuttavia, se c'è una situazione che non dovrebbe essere come fertilizzazione sbagliata, terreno sbagliato, radici marce, vaso da fiori non trasparente o vaso da fiori grande, puoi cambiare il vaso.

Quando decidi di cambiare il vaso della tua orchidea, devi assicurarti che i fiori siano completamente finiti e agire con qualche giorno di anticipo. 2-3 giorni prima del rinvaso, irrigare la vostra orchidea più abbondantemente del solito. Ciò consentirà all'orchidea di uscire più facilmente dal vaso e le radici rimarranno più forti per alcuni giorni e accelererà il processo di adattamento al nuovo vaso.

Mentre cambi la pentola, rimuovi la pianta dalla pentola tenendola capovolta. Quindi prova a pulire il più possibile la malta fertilizzante del terreno lasciata sulle radici. Taglia le radici danneggiate e marce dell'orchidea, che incontrerà il suo nuovo terreno nel suo nuovo vaso, in un modo che non danneggerà mai le altre radici. Quindi posiziona l'orchidea proprio al centro del nuovo vaso e posiziona bene la miscela speciale di orchidee sui lati. Dopo aver fornito l'irrigazione e le condizioni di luce diurna, la tua orchidea sarà molto felice nel suo nuovo vaso.

Una piccola nota: se lo desideri e ne hai bisogno, puoi scoprire come la cannella crea miracoli per la tua cura delle orchidee, e puoi anche dare un'occhiata al nostro articolo intitolato "Miscela di cannella con 3 materiali per rivitalizzare le tue piante che appassiscono".

messaggi recenti