"Mio figlio non mangia, cosa dovrei fare?" 9 suggerimenti per chi dice

Essere un genitore è difficile, molto difficile ...

Le sue responsabilità iniziano dal momento in cui nasce, anche quando è ancora in gravidanza ... Poi aumenta esponenzialmente con la sua età. È perché sei felice quando tuo figlio cresce lentamente dicendo che era latte materno e cibo, ma quando tuo figlio inizia a mangiare da solo ... Quel momento arriva in qualche modo e la testardaggine di "Non mangio questo", "Sono pieno", inizia "Non posso mangiare".

Se sei fortunato, sei tra i pochi fortunati che non hanno affrontato queste situazioni una volta. No, se sei uno di quelli che non riescono a dare da mangiare al proprio bambino un pasto in una volta, non preoccuparti, sei nel posto giusto.

La sua mente è costantemente "Mio figlio non mangia, cosa dovrei fare?" Coloro che hanno domande, che hanno provato tutti i modi solo per far mangiare i propri figli ... Raccogli, siamo determinati a fare in modo che i tuoi figli adorino mangiare.

Lascia che siano in buona salute e ottieni tutte le vitamine e i minerali di cui hanno bisogno durante la crescita! Beh, se possibile, non dovrebbero nemmeno scegliere un pasto.

Per prima cosa concordiamo su questo: non dovresti essere persistente.

Ti sei seduto a tavola, hai riempito i piatti di tutti ... Allora conosci l'abitudine di tuo figlio di non mangiare, quindi non significa che "Quel piatto sarà finito". Questa frase, che si trova nella mente di diverse generazioni, in realtà non incoraggia il tuo bambino a mangiare.

Il cibo che mangia fa crescere ancora di più i suoi occhi. "Finire quel piatto" diventa una cosa più seria.

Forse si è arrabbiato con te: dovresti cercare di scoprire i motivi che stanno dietro al non mangiare.

Le abitudini alimentari e igieniche sono tra le prime cose che i bambini in età avanzata scoprono e possono dominare la loro vita. Come sapete, i bambini possono essere molto sensibili su questi due problemi. Ecco perché devi cercare di scoprire le ragioni dietro la sua testardaggine sul non mangiare.

Forse tuo figlio si rifiuta di mangiare in quel momento perché è arrabbiato o arrabbiato con te. Potrebbe essere perché non hai comprato un giocattolo che volevano, o perché non ci hai giocato ogni volta che voleva ... Tuo figlio potrebbe punirti a modo suo non mangiando. Il modo per risolvere questo problema sta nel contattarlo e capire perché non sta davvero mangiando.

Né punizione né ricompensa: non dovresti fargli pensare che mangiare abbia una ricompensa.

Non importa se pensa di punirti per aver mangiato quanto desidera, o se ci sono ragioni dietro il suo non mangiare, che semplicemente non riesci a capire. Non dovresti mai usare frasi di ricompensa e punizione come "Se mangi, comprerò il giocattolo che ami", "Se non lo fai, non ti è permesso giocare oggi".

Ciò può indurre il bambino a codificare il mangiare in modo diverso nella sua testa. Potrebbe volerci del tempo prima che tuo figlio si renda conto che mangiare è una necessità. Invece, dovresti aspettare che mangi senza costringerlo e non promettere nulla in cambio. In questo modo il bambino capirà più facilmente che mangiare è un bisogno come l'acqua potabile e rinuncerà all'insistenza di mangiare quando lo stomaco ha fame.

Noi impostiamo gli orari: devi concordare gli orari dei pasti

Se vuoi che tuo figlio mangi, ma ogni volta che ti siedi a tavola, la risposta è "Sono sazio", "Adesso non lo voglio", forse il problema riguarda solo i tuoi tempi di pasto.

Pertanto, dovresti osservare attentamente tuo figlio per un po ', imparare a che ora mangia, quando dorme, quando è molto stanco e, se necessario, dovresti prenderne atto.

Quando i bambini hanno sonno, in realtà sono riluttanti a mangiare come la maggior parte di noi. Se pianifichi il tempo di gioco, l'orario scolastico e i pasti per sostenersi a vicenda, tuo figlio si siederà affamato e probabilmente mangerà più di quanto pensi.

Che cos'è il cibo spazzatura: non dovresti lasciare che i tuoi figli mangino cibo spazzatura malsano durante il giorno.

Abbiamo detto "permetti", ma quello di cui stiamo parlando qui non è una frase come "non ti lascio mai mangiare questo". Proprio come è necessario osservare le sue abitudini alimentari per regolare il suo tempo a mangiare, dovresti anche osservare le sue abitudini alimentari durante il giorno. Ciò che mangia in tutti e tre i pasti principali influirà su di lui così come su ciò che mangia in tutti i suoi spuntini.

Se gli permetti di mangiare cibo spazzatura frequentemente durante il giorno, sarà pieno quando si siederà a tavola, quindi non vorrà mangiare.

Che il divertimento abbia inizio: se possibile, dovresti giocare con lui prima dell'ora di cena.

Poco prima dell'ora dei pasti, puoi giocare con tuo figlio a giochi appropriati per la sua età e il suo sviluppo. Come sai, i bambini sono molto felici quando giocano con i loro genitori. In questo modo si siede subito a tavola felice e comincia a scaldarsi all'idea di mangiare.

Fai solo attenzione, assicurati che il gioco sia un gioco a breve termine con una fine. Se vuoi iniziare a mangiare prima di completare il gioco, tuo figlio potrebbe reagire di nuovo negativamente, dicendo "Non verrò prima che il mio gioco sia finito", per esempio.

Nessuna scelta alimentare: non dovresti scegliere di mangiare da solo mentre regoli le abitudini alimentari di tuo figlio.

Ti sei seduto a tavola, il cibo è arrivato. Tuo figlio ha iniziato a prestare attenzione alle reazioni delle altre persone al tavolo in questo preciso momento. Soprattutto se qualcuno dei genitori o dei fratelli dice: "Non mi piace affatto questo cibo, non lo mangio", ti sei bruciato.

Molto probabilmente, tuo figlio mostrerà una reazione simile quando stai cercando di stabilire un'abitudine alimentare.

Per questo motivo, è utile consultare tutti i membri della famiglia e ottenere supporto da loro in questo processo.

Non aver paura: non riempire il piatto.

È importante che tuo figlio mangi sano, non mangi troppo, una volta che devi dimenticarlo. Pertanto, non è necessario riempire il piatto con un mucchio, "Mangia senza pane" in realtà. Puoi preparare pasti equilibrati dove può trovare le vitamine e i minerali di cui ha bisogno e metterlo nel piatto quanto mangi.

Non ha paura e ha successo quando finisce il suo piatto e inizia a mangiare di più.

Ama mangia facilmente: dovresti preferire cibi che possono essere facilmente masticati e ingeriti.

A seconda dell'età di tuo figlio, dovresti osservare le situazioni che influenzeranno il mangiare, come la capacità di tenere in mano il cucchiaio e lo sviluppo dei denti. Dovresti preparare del cibo che sia adatto a questi periodi, che possa essere facilmente masticato e ingerito facilmente.

In caso contrario, il processo alimentare potrebbe trasformarsi in un processo difficile e quindi il bambino potrebbe evitare di mangiare costantemente.

Una nota importante: Naturalmente, prima di prendere tutte queste decisioni, dovresti consultare il medico di tuo figlio, scoprire se ha una reazione allergica a qualsiasi cibo e agire di conseguenza. Non andiamo senza ripetere, è importante che il tuo bambino non mangi troppo, ma che mangi una dieta sana e appropriata.

messaggi recenti