Hai mai pensato: perché spesso impostiamo sempre il forno a 180 gradi?

"Impostare il forno a 180 gradi e iniziare a riscaldare", "Cuocere per circa 30 minuti a 180 gradi". Queste frasi le avete trovate in molte ricette che prevedono una fase di cottura in forno. C'è anche chi tra noi è abituato alla mano, e ha iniziato a regolare il forno a 180 gradi prima di iniziare a fare la ricetta. Ebbene, hai pensato perché cuciniamo i nostri dolci, i nostri pasti a 180 gradi? Cosa rende 180 gradi così speciali? Se stai cucinando tutte le tue ricette a questa temperatura, c'è un altro problema su cui devi pensarci due volte: "180 gradi sono adatti a tutte le ricette?"

Per un pasto o un dessert, è tanto importante preparare la ricetta con le giuste misure e combinarla correttamente, tanto più importante è cucinare alla giusta temperatura. Diamo uno sguardo più da vicino alle incognite su quella temperatura che regoliamo sempre automaticamente oggi. Quelli di voi che vogliono essere un vero esperto di cucina e di dessert, assicuratevi di annotarli in un angolo. Dicci.

È un'abitudine: perché usiamo 180 gradi in molte ricette?

Infatti è un'abitudine, anche una tradizione, quella di riscaldare il forno a 180 gradi e avviare così la cottura. Soprattutto, quando accendi i tuoi forni digitali appena acquistati, la temperatura automatica consigliata è di 180 gradi. Per quanto possiamo vedere da tutte le ricette e dai nostri anziani, è necessario cucinare il dolce o il cibo a 180 gradi. Va bene ma perché?

I cibi e soprattutto i dolci sono cibi delicati. Possono reagire alle basse temperature o alle alte temperature in modi diversi. Per esempio; Soprattutto gli alimenti più sensibili di altri alimenti come biscotti e torte possono bruciare ad alte temperature e potrebbero non essere cotti a basse temperature e potrebbero impedire di ottenere la consistenza e la consistenza desiderate. Se la preparazione e la preparazione della ricetta è il 50% del processo, la temperatura del forno è l'altro 50%, quindi importante.

Per questo motivo, i 180 gradi sono preferiti in molte ricette, che non rovineranno la struttura di questi cibi durante la cottura. Questa temperatura è considerata adatta a molti cibi e dessert. Pertanto, le nostre mani vanno sempre verso la regolazione del forno a 180 gradi.

Le fasi sono sorprendenti: cosa succede quando cuciniamo qualcosa a 180 gradi?

Abbiamo preparato il nostro pasto o dessert, è ora di cucinare. Cosa succede all'interno quando il tuo forno è a 180 gradi? Diamo un'occhiata al lato scientifico. Quali cambiamenti avvengono quando giri quel pulsante di 180? Le risposte sono sorprendenti.

Temperatura ambiente: Cominciamo con la temperatura ambiente per spiegare il processo. Se quello che stai preparando è una torta o un biscotto, il lievito o il bicarbonato di sodio in esso contenuto inizia ad essere attivato dall'anidride carbonica al suo interno quando è ancora a temperatura ambiente. Ma molti prodotti di goffratura sono stati realizzati per attivarsi solo alla giusta temperatura. Quando è a temperatura ambiente, è un po 'difficile ottenere il risultato che desideriamo, soprattutto perché il calore necessario per i dolci non può essere fornito.

Anche i piatti a base di verdure e i piatti di carne non si cuociono a temperatura ambiente. Se parliamo di verdure dure come patate o carote, questa temperatura purtroppo non è sufficiente per loro. Insomma, la temperatura ambiente non significa molto per il cibo e per i dolci che vogliamo cucinare.

Media 40 gradi: Quando la temperatura del forno inizia a salire dalla temperatura ambiente a una media di 40 gradi, i grassi nel cibo o nel dolce iniziano a sciogliersi. Il fatto che questi oli inizino a sciogliersi significa che i prodotti cotti iniziano gradualmente ad acquisire una consistenza morbida. A questa temperatura vengono rilasciate bolle d'aria, si formano vapori d'acqua. Questo è particolarmente diffuso nei dolci da forno. Li aiuta a gonfiarsi più velocemente. In altre parole, è possibile osservare che qualcosa passa gradualmente alla fase di cottura a queste temperature.

Tra 60 e 100 gradi: I microrganismi nel cibo o nel dessert iniziano a morire. Questo calore rende il cibo sicuro da mangiare eliminando i microrganismi dannosi. A questo punto le uova e il glutine iniziano ad addensarsi e ad addensarsi. Prodotti come il lievito in polvere iniziano lentamente a gonfiarsi e diventano attivi proprio a questa temperatura.

In breve, l'intervallo di 60-100 gradi è la temperatura alla quale i dolci diventano sicuri da mangiare. A questa temperatura le verdure e le carni iniziano a cuocere lentamente.

160-180 gradi: La temperatura del vostro forno è gradualmente aumentata e siamo arrivati ​​a 160 gradi. Quando raggiungiamo i 160 gradi, veniamo accolti dai biscotti che ora sono cotti, dalle verdure che hanno iniziato ad ammorbidirsi leggermente e fritte sopra, e dalle carni che hanno iniziato a essere cotte e hanno una consistenza succosa. E 180 gradi ... In un forno che ha raggiunto questa temperatura, i cibi che entrano in contatto con il calore di 180 gradi passano attraverso tutte le fasi che vedi sopra e iniziano a cuocere. Questo processo, che funziona molto lentamente per tutte le altre temperature, non è valido per 180 gradi. Scioglie rapidamente i grassi, fa agire il lievito, ammorbidisce le verdure e cuoce le carni.

Per questo 180 gradi è la temperatura più adatta.

Non commettere questo errore: dovrebbero essere usati 180 gradi in ogni ricetta?

Veniamo a una delle questioni più delicate. Non tutte le ricette vengono sempre cotte a 180 gradi. Alcuni potrebbero bruciarsi, altri potrebbero non essere cotti o potrebbero sorgere seri problemi nella loro consistenza. Devi anche conoscere molto bene il tuo forno. Diamo un'occhiata a quale cibo sarà più delizioso a quale temperatura.

- Pane: Inizia a cuocere il pane a temperature superiori a 180 gradi. Se la temperatura superiore a 180 gradi è un impasto che usi, aiuta il grasso a sciogliersi più velocemente e il processo a diventare più veloce. Aiuta anche il pane a lievitare più velocemente e più agevolmente.

Aiuta anche ad avere una crosta croccante. Se presti attenzione, la temperatura del forno è di un clic più alta in molte ricette di pane. Tuttavia, imposta il tuo forno alle temperature specificate nella ricetta e conosci molto bene il tuo forno.

- Torte e muffin: La temperatura ottimale per torte e muffin è spesso di 180 gradi. Se nella tua ricetta non è specificata nessun'altra temperatura, puoi impostare il forno a 180 gradi, e puoi cucinare a questa temperatura in modo controllato.

Temperature inferiori a 180 gradi potrebbero non raggiungere la lanugine e la consistenza desiderate di muffin e torte, temperature più elevate fanno sciogliere frutta e cioccolato e possono causare risultati come la mancata cottura dell'interno a causa della rapida attivazione degli agenti lievitanti.

- Carni: 180 gradi è la temperatura ideale per le carni se vuoi che siano cotte medio-bene. Se vuoi che l'interno sia morbido e l'esterno della giusta consistenza, ti consigliamo di cuocere lentamente senza modificare questa temperatura. Questa temperatura è sconsigliata per carni meno cotte. Tieni a mente.

- Biscotti: Soprattutto se stai cuocendo un biscotto in cui il burro è molto denso nell'impasto, abbassa la temperatura del forno a 160-165 gradi e limita il tempo di cottura a 8-14 minuti. Durante questo periodo, noterai un leggero cambiamento di colore nei tuoi biscotti e osserverai che tutte le parti sono cotte allo stesso modo. Poiché tali biscotti si depositeranno mentre riposano a temperatura ambiente, sfornateli e lasciateli riposare.

Assumi il controllo di ciascuna di queste fasi. Il tempo varierà in base allo spessore, alla finezza del tuo biscotto e alle prestazioni del tuo forno.

Dai, ora è il momento di impostare il forno a 180 gradi e preparare deliziosi pasti e deliziosi dessert.

messaggi recenti