La deliziosa storia dell'halva insaponato mangiato con cucchiai e cucchiai nell'impero ottomano

Nell'impero ottomano, che ha un'ampia varietà di cucine come il suo suolo, il cibo che incontriamo con la maggiore varietà è il dolce e, tra i dessert, l'halva. Halva è così popolare che c'è una cucina separata per dolci chiamata "halvahane" nella cucina del palazzo chiamata "matbah-ı amire". Non solo i notabili del palazzo, ma anche la gente del posto amava cucinare vari tipi di halva e consumarlo dopo i pasti.

Uno di questi è l'halva saponoso o saponoso. Ma prima di parlarne, parliamo un po 'di halva e halva in ottomano.

L'elemento costitutivo di queste terre: halva nell'impero ottomano

foodinlife.com.tr

Il significato della parola halva deriva dall'arabo e significa "dolce". Halva è stato prodotto per la prima volta nei paesi del Medio Oriente e dei Balcani. I turchi, d'altra parte, hanno incontrato halvah per la prima volta quando hanno iniziato a riconoscere la cultura araba con l'adozione dell'Islam.

Dopo questo incontro, halva ha avuto significati profondi nella cultura turca per molti anni. Lo è ancora. Quando qualcuno muore, l'halva viene arrostito all'impresa di pompe funebri, l'halva viene mescolato per l'addio dei soldati e l'halva viene cucinato e servito secondo la richiesta dei mevlidi. In altre parole, l'halva viene cucinato e servito in molte occasioni speciali, sia buone che cattive.

La tradizione era la stessa nell'impero ottomano. Halva è stata preparata per molti eventi importanti, dall'ascensione della corona alle vittorie in guerra. Nell'impero ottomano, ingredienti come amido, semolino, burro chiarificato, farina e miele venivano usati per fare l'halva.

Ha anche dato il suo nome alle ore di socializzazione note come discorsi halva. Quando non c'erano caffè, le persone si riunivano nelle pensioni nelle terre anatoliche e chiacchieravano con tè e halva. Per coloro che non sanno quando diciamo stringa halva, diciamo il suo altro nome: Pishmaniye. Questa tradizione di incontri e conversazioni si è sviluppata negli anni e ogni classe, dalle corporazioni agli artigiani, ha iniziato a organizzare discorsi halva. Dopo aver capito quanto sia importante halva per l'Impero Ottomano, veniamo a soapie o soap halva con il suo altro nome.

Era molto amato: l'halva insaponato

È arrivato oggi come saponoso, ma ha anche nomi diversi come halva-i soapuni, halva saponoso e sapone. Era cucinato in casa e consumato con affetto, e veniva anche scambiato per strada con i venditori ambulanti. L'halva saponosa, che risale al XIV secolo, è stato utilizzato dal Sultano II. È la prima volta che lo vediamo in un'appendice fatta dal medico di Murat, Muhammed bin Mahmud Şirvani, in un libro da lui tradotto. Con l'aggiunta di Hekim Şirvani al sapone che non esiste nel libro, entra nel libro.

Un'altra storia che aiuterà a spiegare l'importante posto di Sabuniye halva nell'impero ottomano risale ai tempi di Kanuni. Solimano il Magnifico tiene una cerimonia di circoncisione per i suoi figli Cihangir e Bayezid. In questo magnifico matrimonio, ovviamente, c'è una festa che soddisfa sia lo stomaco che gli occhi, che è una parte indispensabile di un impero dal palato sviluppato. Diversi tipi di halva saponosa possono essere trovati nel taccuino del banchetto.

L'halva saponosa, che conferisce al palato un gusto delizioso con il suo miele, veniva venduta contestualmente alla cottura nelle cucine. I venditori ambulanti ottomani vendevano anche halva saponoso, ma questo halva veniva venduto anche nei negozi di halva. Come facciamo a saperlo? Dal diario di viaggio di Evliya Çelebi. Evliya Çelebi, il viaggiatore più famoso della storia, racconta che in questi negozi si vende l'halva saponoso e che i bambini lo adorano moltissimo.

Il primo libro di cucina turco pubblicato, "Melceü't-Tabbâhîn", vale a dire "Ascilar's Shelter", contiene una descrizione di due varietà di sapone, vale a dire mandorla e semplice. Non ci si aspettava che un halva così popolare non sarebbe stato incluso nel primo libro di cucina. Allo stesso modo, la ricetta per l'halva saponoso è inclusa anche nel libro "Housewife" di Ayşe Fahriye, che è una delle prime, anche se non la prima.

Te l'avevamo detto, l'ultima parola è la tua ricetta: come si prepara l'halva saponoso?

Materiali

  • 1 tazza di amido di frumento
  • 1 tazza di zucchero semolato <(o 200 grammi di miele)
  • 150 grammi di burro
  • 1,5 bicchieri d'acqua
  • 1/2 tazza di mandorle tritate finemente

- Se le mandorle hanno il guscio, lessate leggermente le mandorle e separatele dal loro guscio. Riduci le mandorle sgusciate attraverso il rondò.

- Sciogliere il burro in una casseruola bassa, aggiungere lo zucchero o il miele e cuocere a fuoco medio.

Aggiungere le mandorle al composto e mescolare.

In una ciotola separata, aggiungi l'acqua all'amido e trasforma l'amido in una pasta.

- Mescolare costantemente per evitare grumi e bruciature. Quando il composto diventa denso e non si attacca, spegnere il fuoco.

- Mettete l'halva nei piatti, aggiungete le mandorle, a fette o in polvere, crude o fritte.

Lasciamo qui il nostro link alla ricetta per coloro che lo desiderano: Ricetta halva saponosa

- Buon appetito!

messaggi recenti