Donna incinta espulsa dal ristorante per aver indossato una maglietta aperta

Una donna incinta di 7,5 mesi è stata licenziata dal ristorante in cui era andata a mangiare. Il motivo è che indossa una maglietta che mette a nudo la sua pancia ormai cresciuta.

Questa situazione, che ha ricevuto migliaia di commenti dopo aver condiviso quello che gli è successo su Facebook, dividendo le persone in due, si conclude con il ristorante che si scusa.

Alcune persone sono d'accordo con la futura mamma, mentre altre si schierano dalla parte del ristorante. Vediamo con chi sarai d'accordo dopo aver letto la storia?

Una donna incinta accusata di aver violato le norme igieniche per aver indossato una maglietta a pancia aperta.

Charisha Gobin va a mangiare in un ristorante chiamato Buzz Inn. In attesa che la sua ordinazione venga portata al suo tavolo, un impiegato del ristorante si avvicina alla donna e le dice di lasciare il ristorante, dicendo che il locale viola il "Non serviamo chi entra senza scarpe e maglietta".

Charissa, che all'epoca era incinta di 7,5 mesi, indossa una gonna lunga e una maglietta nera. Secondo la donna, che si dice metta in pericolo le "norme igieniche" con questa medicazione, i dipendenti dicono "Non puoi essere qui con questa maglietta" e la spingono fuori.

Un argomento che divide le persone in due: chi ha ragione?

D'altra parte, la giovane donna è molto sicura che la maglietta non causerà problemi se non è incinta e la sua pancia non è così evidente. In altre parole, una donna che non è incinta dice che se indossa la stessa maglietta e va nello stesso posto, non sarà trattata in questo modo. Dice anche che non viola il "Non serviamo chi entra senza camicia". "Indossavo già una maglietta, aveva le maniche, era solo un po 'corta", dice.

Dopo questa condivisione, le persone si dividono in due. Mentre alcuni trovano giusta la donna incinta, altri sostengono che non sia giusto che la donna entri nel ristorante in questo modo.

Il ristorante si scusa quindi postando un messaggio sulla sua pagina Facebook, dicendo che c'è un malinteso, che il loro unico scopo è confortare tutti i loro ospiti e che non hanno alcuna intenzione di umiliare la donna.

Quindi chi pensi abbia ragione?

messaggi recenti