Disturbi alimentari nei bambini: cause e trattamento

Il disturbo alimentare nei bambini è generalmente considerato come una malattia che si sviluppa dopo 3 mesi e scompare spontaneamente con l'adolescenza.

Il disturbo alimentare che si manifesta per diversi motivi può causare ritardi nello sviluppo e problemi mentali, soprattutto nell'infanzia. Pertanto, quando c'è un problema con la dieta dei bambini, è necessario consultare immediatamente un medico.

Deve conoscere queste differenze: tipi di disturbi alimentari e alimentari osservati nei bambini

Il disturbo alimentare nei bambini può manifestarsi in tre modi diversi. In linea con il sistema diagnostico DSM-4, i tipi di disturbi alimentari sono i seguenti:

Disturbo nutrizionale: Per almeno 4 settimane, una notevole perdita di peso o comportamenti come irrequietezza, introversione e apatia che accompagnano l'aumento di peso indicano malnutrizione nei bambini. Il mancato trattamento della malnutrizione per un lungo periodo può causare ritardi nello sviluppo, problemi di adattamento sociale e problemi fisici.

Pica: La pica, che è chiamata l'abitudine di mangiare sostanze che non hanno qualità alimentare e non dovrebbero essere consumate, di solito inizia tra i 12-24 mesi. Mangiare materiali come carta, capelli, sabbia e terra può causare problemi all'apparato digerente, vomito e infezioni nei neonati e nei bambini.

Disturbo della ruminazione: Il disturbo della ruminazione, che è definito come la deglutizione del cibo masticando nuovamente in bocca dopo il ritorno dall'esofago, di solito si verifica durante il passaggio agli alimenti supplementari. Il disturbo della ruminazione può causare problemi di stomaco, sete o ritardo della crescita.

Le ragioni sono importanti: le cause della nutrizione e dei disturbi alimentari nei bambini

Prof. Dott. Secondo Abdurrahman Altındağ, i disturbi alimentari e nutrizionali che si verificano nei bambini si basano su fattori psicologici. Il disturbo della ruminazione è un problema che di solito si manifesta con l'obiettivo di attirare l'attenzione dei genitori, e l'ansia o l'ansia eccessiva sono alla base del disturbo pica.

Secondo la ricerca, i disturbi alimentari e nutrizionali sono più comuni nei bambini abbandonati o che non ricevono sufficiente attenzione.

Cosa si può fare: trattamento della nutrizione e dei disturbi alimentari nei bambini

I disturbi alimentari e nutrizionali nei bambini possono verificarsi a causa di problemi digestivi, alcune malattie sistemiche o autoimmuni e sono generalmente basati su problemi psicologici.

Prof. Dott. Bengi Semerci sottolinea che il bisogno di attenzioni dei bambini deve essere soddisfatto. Soprattutto durante l'infanzia, i bambini possono rifiutarsi di essere nutriti e cercare di punire i loro genitori o le persone che si prendono cura di loro. È necessario prendere precauzioni contro i disturbi alimentari affinché i bambini crescano sani.

Prendiamo tutti i genitori in questo modo: consigli per i genitori

Atteggiamenti errati dei genitori nel processo di alimentazione possono indurre i bambini a rifiutarsi di mangiare determinati alimenti oa passare a sostanze che non dovrebbero essere mangiate. Prof. Dott. I suggerimenti di Bengi Semerci ai genitori per prevenire disturbi alimentari e problemi nutrizionali nei bambini sono i seguenti:

  • Durante l'alimentazione, evitare attività che potrebbero distrarre il neonato o il bambino. Guardare la televisione, essere al telefono o chattare può far sì che il bambino si distragga e non sia ben nutrito.
  • Non esercitare pressioni sul bambino affinché finisca rapidamente il pasto.
  • Non ingannare il bambino ad aprire la bocca e alimentarlo forzatamente.
  • Non proibire al bambino di toccare il cibo. Non impedirgli di tenere in mano il cucchiaio o la forchetta.
  • Non essere opprimente per una dieta equilibrata e sana per bambini e neonati.
  • Non è sempre corretto finire tutto il piatto. Se il bambino è pieno, non costringerlo a mangiare di più.
  • Non va dimenticato che se i problemi nutrizionali, che possono causare molti problemi mentali, fisici e sociali, persistono per più di un mese, va consultato senza indugio.

    messaggi recenti