Come coltivare il frutto del drago: cura di Pitaya a casa

Il frutto del drago, noto anche come pita, è diventato sempre più popolare con il colore dei suoi gusci nei toni del rosa, la bellezza e il gusto del suo interno, e ha iniziato ad essere coltivato nel nostro paese, soprattutto nel Mediterraneo e nei suoi dintorni!

Questa volta, diciamo, impariamo insieme come coltivare il frutto del drago in vaso, come prendersi cura della pitaya a casa. È un frutto che sorprende sia per il suo gusto che per i suoi benefici, e uno che una volta assapora ne diventa subito dipendente. Inoltre la pianta del frutto del drago è molto elegante, proprio come il suo frutto, lo diciamo per dire, e iniziamo subito a spiegare i dettagli importanti che devi sapere per coltivarlo.

Come viene coltivato il frutto del drago?

Il frutto del drago, uno dei membri più adorabili della famiglia dei cactus, è amato da tutti coloro che lo provano con il suo gusto delizioso e i benefici nascosti dietro le sue bucce rosa e colpisce per il suo aspetto elegante. Proprio per questi motivi, il numero di persone che vogliono allevarlo a casa aumenta di giorno in giorno.

Certo, ci vuole molto lavoro per coltivare una pianta del genere in modo efficiente a casa, ma non è impossibile. Se vuoi avere una pianta da frutto del drago, puoi iniziare a coltivare il frutto del drago a casa, in vaso, prestando attenzione ai seguenti punti:

Selezione del suolo e del vaso: Il terreno più adatto per il frutto del drago è visto come un terreno sabbioso perché è sia un frutto tropicale che tra i cactus. Se hai del terreno da giardino a portata di mano, puoi usarlo mescolandolo con la sabbia. Poiché è anche importante garantire un buon drenaggio, è necessario fare attenzione che sotto la pentola ci siano dei fori che sceglierai, dai quali scorrerà l'acqua in eccesso. Altrimenti, quando l'acqua è troppa, le radici della tua pianta da frutto del drago potrebbero marcire in breve tempo, fai attenzione.

Fornitura di semi: Naturalmente, per coltivare piante di pitaya, devi prima ottenere semi fertili. Puoi acquistare questi semi direttamente o puoi ottenerli dal frutto da solo. Se hai intenzione di acquistare direttamente i semi del frutto del drago, devi assicurarti di acquistarli da luoghi affidabili e che i semi siano fruttuosi. Se hai intenzione di prendere il frutto da solo, raccogli con cura i semi neri all'interno del frutto senza danneggiare i semi e mettili subito su un tovagliolo di carta umido, coprili con un tovagliolo di carta umido e lasciali aspettare almeno 1 giorno.

Germinazione: Dopo aver tenuto i semi su un tovagliolo di carta umido per un giorno, è necessario mettere immediatamente il terriccio appropriato in bicchieri di plastica o contenitori speciali per la germinazione, trasferire con cura i semi su di esso e cospargere una piccola quantità di terreno. Dovresti anche fare attenzione che i semi non siano coperti molto dal terreno e, infine, dovresti aspettare che germinino annaffiando. In circa 20-30 giorni, la germinazione raggiungerà il livello desiderato. Ricorda, dovresti sempre mantenere il terreno umido durante questo periodo e non trascurare di irrigare regolarmente.

Trasferimento in vaso di fiori: Puoi trasferire la tua pianta, che ti aspetti germogli bene nel contenitore di germinazione, in un piccolo vaso di fiori dopo circa 20-30 giorni, in modo che possa crescere e svilupparsi in modo più sano. Mentre trasferisci la pianta nel vaso, dovresti usare di nuovo il terreno sabbioso e completare il processo di trasferimento con molta attenzione con i guanti per evitare danni alle parti germinanti.

Irrigazione: Dopo che la tua pianta inizia a crescere in modo sano in vaso, è anche importante essere in grado di regolare correttamente la frequenza di irrigazione. Sebbene molte altre piante d'appartamento necessitino di annaffiature frequenti in modo che il terreno sia sempre umido, la pianta del frutto del drago non ha bisogno di essere annaffiata così spesso, poiché proviene dai cactus. Sarà sufficiente irrigare solo quando il terreno sarà completamente asciutto. Ricorda, quando innaffi, dovresti indirizzare direttamente il terreno della pianta e fare attenzione a non far arrivare l'acqua al corpo. Altrimenti, potrebbe verificarsi marciume sul corpo della pianta.

Temperatura: Poiché il frutto del drago è un frutto tropicale, non è adatto alla coltivazione in tutte le condizioni climatiche. Questo è esattamente il motivo per cui viene coltivato nelle aree in cui il clima mediterraneo è vissuto nel nostro paese, in particolare a Mersin e dintorni. Se vuoi creare un ambiente adatto per questa pianta nella tua casa, dovresti scegliere zone calde, secche e soleggiate. Soprattutto, dovresti proteggere costantemente la tua pianta dal freddo e non tenerla in aree al di sotto dei 10 gradi. 28 gradi Celsius sono determinati come la temperatura ideale affinché la pianta dia i suoi frutti.

Infine, vorremmo ricordarti che non dovresti aspettare che la pianta di pitaya dia i suoi frutti subito dopo aver iniziato a coltivarla a casa. Sebbene molte specie di questa pianta, che richiedono cure e sviluppo significativi, possono produrre frutti da sole, alcune specie necessitano di impollinazione. Ciò significa che è necessario mettere almeno 2 piante di pitaya vicine l'una all'altra nello stesso ambiente. In questo modo, puoi aumentare la probabilità che la pianta dia frutti, tieni presente.

messaggi recenti