Gli islandesi che devono digiunare per 22 ore hanno ridotto il digiuno a 18 ore e hanno iniziato una discussione

Come sapete, il periodo di digiuno inizia all'alba e continua fino alla fine della giornata. Il giorno qui menzionato non è ovviamente definito come un periodo di 24 ore, ma come la fine della giornata e l'inizio della notte. Non è necessario entrare in ulteriori dettagli, ma ancora una volta, come sapete, questo fa sì che il periodo di digiuno non sia lo stesso in tutto il mondo, le differenze da paese a paese variano notevolmente di volta in volta.

Una delle maggiori differenze a questo riguardo si riscontra in Islanda. Quest'anno in Islanda sono necessarie circa 22 ore di digiuno. Quando il tempo trascorso a digiuno è così lungo, l'iftar e il sahur devono essere fatti naturalmente uno dopo l'altro, la maggior parte dei musulmani che vivono in Islanda forzano molto i loro corpi e la volontà.

È proprio in questi giorni che siamo nel pieno del Ramadan, dall'Islanda sono arrivate notizie abbastanza sorprendenti e questa notizia ha fatto discutere molte persone da quasi tutto il mondo.

Cerchiamo di spiegare i dettagli dell'evento.

Coloro che vivono in Islanda e trascorrono il periodo di digiuno del Ramadan più lungo al mondo devono digiunare per 22 ore.

Sebbene il periodo di digiuno durante il Ramadan vari in molti luoghi, uno di coloro che sperimentano questa differenza digiunando più a lungo è in realtà quello in Islanda. I musulmani in Islanda, che hanno bisogno di digiunare per 22 ore quest'anno, interrompono il digiuno dopo le 23:00 di notte e dopo poche ore si preparano per il digiuno del giorno successivo facendo sahur.

Pertanto, esiste una situazione come l'impostazione della tabella sahur prima che la tabella iftar non sia stata rimossa. Alcuni problemi di salute possono verificarsi nei corpi che hanno digiunato per così tanto tempo. Almeno gli esempi forniti vanno in questa direzione.

Un gruppo di musulmani ha ridotto la durata del digiuno a 18 ore, pensando che la facilità di fede dovrebbe essere la base.

Sebbene molti musulmani che vivono in Islanda continuino a digiunare per 22 ore, un gruppo di musulmani che vivono a Reykjavik, la capitale del paese, ha recentemente annunciato di aver ridotto il periodo di digiuno da 22 a 18 ore. Secondo questo gruppo, che afferma che l'Islam è la religione della convenienza e crede che la facilità di credere dovrebbe essere la base, è molto difficile rimanere affamati e assetati per 22 ore, quasi 1 giorno intero.

Sebbene lo abbiano provato all'inizio del mese di Ramadan, il gruppo, che pensava che fosse molto impegnativo sia fisicamente che psicologicamente, aveva fatto il loro iftar e rotto il digiuno alla 18a ora, senza aspettare che fossero le 22 ore. al di sopra di.

"Sappiamo che le persone svengono a causa di lunghi periodi di digiuno, quindi accorciamo il digiuno"

La dichiarazione del gruppo sull'argomento è la seguente: "Allah desidera tranquillità per i Suoi servi. Sappiamo che le persone svengono a causa di lunghi periodi di digiuno, quindi abbreviamo il digiuno".

Questa decisione, che è stata presa da un gruppo di musulmani che vivono in Islanda, e che è stata abbastanza risonante, è stata oggetto di discussione tra i musulmani in molte parti del mondo. Sebbene alcuni difendano questo punto di vista e credano che la decisione presa sia corretta, c'è anche chi pensa che il digiuno debba essere mantenuto correttamente e nel modo desiderato, e che non sia giusto cambiare orari e durate.

Ebbene, cosa ne pensate di questo problema? Puoi condividere i tuoi pensieri con noi nella sezione commenti.

messaggi recenti