Storia interessante di nomi di Coppa Starbucks come alti, grandi e venti

Quando acquisti un caffè da Starbucks, hai mai pensato perché specifichi la dimensione della tazza che desideri utilizzando nomi italiani come venti e grande?

In altre parole, come mai la famosa catena di caffè Starbucks, fondata a Seattle, ha scelto i nomi del cup boy in italiano anziché in inglese e l'ha aggiunto al menu? Come perché piccolo, medio, non grande? O perché non diciamo piccolo, medio, grande ma "Posso avere un venti latte?" noi diciamo.

Tutto ha una ragione.

Il motivo dietro i nomi dei formati di vetro in italiano

learnvest

Ci sono stati quelli che hanno sentito. Prima che Starbucks diventasse Starbucks, il suo fondatore Howard Schultz era entrato nel business del caffè con una piccola catena di caffè chiamata Il Giornale.

L'antenato di Starbucks Il Giornale (sì, anche il nome è italiano) vendeva caffè in tre diverse dimensioni: corto, alto e grande. Venti è stato aggiunto al menu molto più tardi. Il motivo di tutto questo è stato attribuito al viaggio di Howard Schultz in Italia nel 1983.

Perché in questo viaggio, Schultz è fortemente influenzato dal "romanticismo dei caffè italiani e dall'esperienza del caffè". Dopo essere tornato nel suo paese e aver fondato Il Giornale, poi Starbucks, Schultz progetta le sue caffetterie come caffetterie italiane, e adotta una strategia di dare alle tazzine "nomi speciali" che lo differenziano da altri bar e catene.

In altre parole, Schultz, che ha fatto di Starbucks una storia di successo di fama mondiale, vuole "creare un'immagine diversa", "un'esperienza che offre più di una tazza di caffè". Quindi decide di utilizzare diverse dimensioni di vetro e dare loro nomi diversi per identificarsi con loro. Per questo si ispira all'Italia, che lo ha colpito.

Insomma, l'amore per l'Italia si unisce al marketing e improvvisamente concetti come grande e venti, che non abbiamo mai sentito prima, diventano le parole che usiamo di più nella nostra vita.

Allora da dove viene "alto" in tutte queste parole italiane? E perché alto quando sei il più piccolo?

travelandleisure

Grande e venti vanno bene, ma rispondiamo a chi dice perché alto e basso sono nel menu in inglese. E quando dici bicchieri alti o piccoli?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo tornare agli anni '90. In quegli anni c'erano solo tre diverse misure di bicchieri nel menu: corto, alto e grande. Quando Short è la taglia più piccola; alto era usato per bicchieri medi, grande per bicchieri grandi.

Ma poi si è sfogato sul palco e ha cambiato l'intera sequenza. Quando Venti è stato aggiunto al menu, Starbucks ha deciso che quattro diverse dimensioni erano troppe. Così, quando il corto è stato rimosso dai menu, alto ha cominciato ad essere utilizzato per bicchieri di piccole dimensioni.

Nel frattempo aggiungiamo che potete acquistare le vostre bevande calde in bicchieri più piccoli che alti comunicandolo al barista anche se il "corto" non è compreso nel menù.

Fonte: thrillist.com

messaggi recenti