Cos'è Pesketarien? Come nutrire i pesketariani?

Forse la prima volta che molti di voi sentiranno parlare del pessario è in realtà una sottoclassificazione delle diete vegetariane. Provenienti dalle parole italiane pesce (pesce) e dalle parole inglesi vegetarian, i pesketarian sono chiamati persone che hanno pesce o altri frutti di mare nella loro dieta ma non consumano altri tipi di carne.

Consideriamo quindi la dieta del pessario in modo più dettagliato e conosciamo più da vicino la dieta del pessario.

Cos'è un pesketaryen?

Il dizionario Merriam-Webster fornisce il significato della parola "pescetarian", che risale al 1993: Una persona che non include carne diversa dal pesce nella sua dieta.

In altre parole, possiamo pensare ai pesketari come ai vegetariani che possono mangiare pesce e frutti di mare.

Come mangiano i pesketariani?

Le persone che adottano la dieta pessaria non mangiano pollame tanto quanto la carne di bovini grandi e piccoli. Tuttavia, la loro differenza rispetto agli altri vegetariani è che non rimuovono completamente la carne bianca dalla loro vita.

Perché i pesketari sono le persone che includono pesce e frutti di mare nella loro dieta. Mangiano anche cibi di origine animale come latte, latticini e uova.

Benefici di una dieta pessaria

Se chiedi come il pesce, che ha un effetto protettivo contro le malattie cardiovascolari, rafforza le ossa, previene l'oblio e previene persino l'Alzheimer, e ha grandi benefici per la salute degli occhi contenendo alti livelli di oli Omega 3, è uno studio su diversi vegetariani diete, i risultati possono guidarci.

Secondo i risultati di questo studio di 7 anni su 77.659 persone, ci sono stati il ​​22% in meno di casi di cancro intestinale nelle diete vegetariane rispetto ai mangiatori di carne. Si è scoperto che questo rischio è inferiore del 16% nei vegani.

Ciò che è più interessante è che il gruppo con il minor rischio è costituito dai pessari. Secondo i risultati della ricerca, i pesketari che mangiano pesce almeno una volta al mese e non consumano altri tipi di carne hanno un rischio inferiore del 43% di sviluppare il cancro all'intestino rispetto a quelli che mangiano carne.

messaggi recenti