Sintomi della carenza di vitamina K con 9 suggerimenti importanti

Sappiamo tutti quanto siano importanti le vitamine per il nostro corpo, ma non sappiamo se ci sono abbastanza vitamine nel nostro corpo, come si manifestano i sintomi della carenza vitaminica.

Questo è esattamente il motivo per cui abbiamo cercato di capire che tipo di effetti ha sul nostro corpo la carenza di vitamine, come sapete. Ci sarà anche chi ricorderà, abbiamo già esaminato insieme i sintomi della carenza di vitamina D e scoperto insieme cosa succede nel corpo quando la vitamina B12 è carente.

Oggi, la vitamina K è la prossima!

Rimarrai sorpreso quando imparerai i sintomi della carenza di vitamina K e come influisce sul nostro corpo, e ti renderai conto che la vitamina K è una sostanza importante e benefica che potresti non aver notato prima.

Se hai alcuni o tutti i seguenti sintomi, vai dal tuo medico senza perdere tempo e scopri se hai una carenza di vitamina K prendendo le misure necessarie e iniziamo.

Se ti senti molto più freddo di prima ...

Uno dei sintomi più evidenti e conosciuti della carenza di vitamina K nel nostro corpo è l'anemia. Uno dei segni più noti del fatto che tu abbia un problema di anemia è che inizi a sentirti molto più freddo di prima.

Pertanto, se inizi a sentire molto freddo anche in condizioni meteorologiche in cui non hai mai sentito freddo prima, potresti dover affrontare anemia e carenza di vitamina K.

Se la tua pelle è diventata molto più sensibile di prima, se diventa nera anche al minimo colpo ...

Uno dei sintomi evidenti della carenza di vitamina K è che la pelle diventa sensibile e si ammaccano facilmente. Poiché la vitamina K è una delle sostanze che svolgono un ruolo importante nella coagulazione del sangue, in caso di carenza il sangue non si coagula facilmente, e quindi, al minimo colpo, ad esempio, quando accidentalmente sbatti leggermente il braccio contro la porta o la tua gamba colpisce il tavolo, può ammaccarsi.

Se pensi di avere un problema del genere al giorno d'oggi, non trascurare di consultare il tuo medico e prendere le misure necessarie.

Se una parte di te viene accidentalmente tagliata, l'emorragia non si ferma, se continua a sanguinare per molto più tempo di prima.

Come puoi immaginare, il fatto che la coagulazione del sangue richieda più tempo a causa della carenza di vitamina K fa sì che l'emorragia si fermi troppo tardi. Se piccoli tagli di coltello che possono capitarvi frequentemente in cucina o anche un pezzo di carta tagliato alla mano provocano grandi emorragie, se avete notato che queste emorragie continuano più intensamente e per molto tempo che mai, vi consigliamo di dal medico per effettuare le misurazioni necessarie senza perdere tempo.

Se hai sanguinamento sulle gengive mentre ti lavi i denti o senza motivo ...

Come abbiamo detto dall'inizio, l'effetto più evidente della vitamina K sul nostro corpo è sulla coagulazione del sangue. Pertanto, se noti sanguinamento nelle gengive dopo aver lavato i denti, o anche se noti perdite di sangue nelle gengive anche quando non ti lavi i denti, consulta immediatamente il tuo dentista.

Anche se ci possono essere molte ragioni per sanguinare le gengive, uno dei più comuni di questi motivi è la carenza di vitamina K, te lo diciamo.

Se il sangue esce occasionalmente dal tuo naso in un modo di cui non conosci il motivo ...

La carenza di vitamina K non si manifesta solo in casi come tagli e gengive sanguinanti. A volte si manifesta come sangue dal naso, che può essere un'indicazione che la tua carenza di vitamina K ha raggiunto livelli relativamente più gravi. Se non si verificano le condizioni sopra menzionate ma si hanno occasionali epistassi, è necessario misurare immediatamente i valori del sangue e sottoporsi a tutti gli esami che il medico ritiene necessari.

Se hai notato che durante il ciclo mestruale inizia a entrare più sangue rispetto a prima ...

Uno dei modi in cui le donne possono capire se il loro corpo è carente di vitamina K è farle seguire regolarmente il ciclo. Se c'è un aumento della quantità di sangue che va in un certo ordine e arriva in una certa quantità durante questo periodo, se il periodo del periodo mestruale è prolungato, la carenza di vitamina K. può essere messa in dubbio.

Se trovi sangue nelle urine o nelle feci quando vai in bagno ...

La carenza di vitamina K può avere effetti come sanguinamento delle gengive, sangue dal naso, sanguinamento piuttosto che piccoli tagli, ma in caso di ulteriore privazione, questo può causare gravi effetti come sangue nelle urine e nelle feci, sanguinamento negli organi interni, soprattutto nel tratto digerente può essere.

In questo caso, un medico dovrebbe essere visitato senza perdere tempo, dovrebbero essere eseguiti i test e gli esami necessari.

Se le tue ossa sono doloranti o fragili rispetto a prima ...

Abbiamo appreso gli effetti della carenza di vitamina K sulla coagulazione del sangue e gli effetti che può avere naturalmente sul nostro corpo, ma non è così, ovviamente. Perché la carenza di vitamina K causa anche una diminuzione dell'assorbimento delle proteine. Quindi, se non hai abbastanza vitamina K nel tuo corpo, non puoi beneficiare di tutte le proteine ​​che ottieni dal cibo.

Se questa situazione diventa a lungo termine, possono verificarsi condizioni come dolore osseo e persino un aumento della possibilità di rottura delle ossa.

Se il tuo neonato ha un'emorragia nella pancia ...

Non sorprende che ci sia una carenza di vitamina K nei neonati. Tuttavia, questa carenza può manifestarsi come sanguinamento nella pancia in alcuni bambini, che è una situazione di cui il medico del tuo bambino deve essere a conoscenza e intervenire.

Se hai un neonato e vedi un po 'di sangue nella pancia, se c'è sanguinamento, vai dal tuo dottore senza problemi e non perdere tempo e fai le procedure che il tuo medico ritiene appropriate.

Una nota importante: Se hai uno, alcuni o tutti questi sintomi, non trascurare di andare immediatamente dal medico e prendere le misure necessarie. Se hai un problema di carenza di vitamina K, abbi cura di mangiare secondo le raccomandazioni del tuo medico e di usare i medicinali che ti saranno dati se il medico lo riterrà necessario.

"Alimenti ricchi di vitamina K. Cosa? "Contiamoli subito: spinaci, bietole, cavoli, barbabietole, broccoli, rucola, lattuga, crescione, cavolfiore, gombo, mirtillo, avocado, kiwi, cipolla, spezie varie, oli vegetali, ecc.

messaggi recenti